Il Carnevale in Campania è una celebrazione che affonda le radici nella storia e nella tradizione. Proprio qui, nella terra del leggendario e divertente Pulcinella, moltissime sono le manifestazioni che piacciono a grandi e piccini e che coinvolgono le maschere più belle all’insegna dell’allegria.

 Le Maschere Campane e Napoletane di Carnevale

Come tutti ben sappiamo l’Italia ha una grande tradizione carnevalesca e la Campania non è da meno. Del resto chi non conosce Pulcinella? Nasce nella Commedia dell’Arte e in Pulcinella oggi identifichiamo il personaggio sopra le righe, che sa trovare sempre il lato divertente della vita.

Sono campane anche altre due importanti e note maschere: Tartaglia e Scaramuccia.

Tartaglia è goffo e impacciato ma proprio per questo divertente anche per la balbuzie da cui è afflitto. A complicare la sua situazione anche una forte miopia che lo rende comico e a tratti grottesco. Scaramuccia è fanfarone e pieno di sè e nel corso del tempo l’evoluzione lo ha portato a essere più psicologicamente complesso. Conosciuto anche in Francia, il celebre Molière lo prese a modello nella sua produzione teatrale.

Costumi Carnevale Napoli

Non è raro quindi in giro per le strade di Napoli trovare grandi e piccini allegramente vestiti come Pulcinella che indossa un vestito bianco e la tipica maschera nera dal naso adunco; o ancora Tartaglia che veste un abito e un mantello verdi a strisce gialle, con un ampio collare bianco e occhiali verdi e perchè no Scaramuccia il cui abito nero ricorda l’uniforme spagnola all’epoca della dominazione iberica a Napoli.

Piatti tipici di Carnevale a Napoli

Quando si festeggia il Carnevale si sa, in compagnia si mangia e si beve in allegria! La tradizione ci ha regalato tante pietanze tipiche dolci e salate come le immancabili chiacchiere fritte e cosparse di tanto zucchero a velo, la gustosa lasagna alla napoletana del martedì grasso e l’altrettanto gustoso migliaccio, antichissima ricetta dolce a base di ricotta e semolino.