Visitare una cripta è sempre molto suggestivo: luoghi religiosi che evocano la tradizione, il passato, la storia e il mistero della fede. Oggi molte cripte sono mete religiose importanti, ma anche interessanti destinazioni turistiche. Non ci resta che scoprire assieme le cripte più incantevoli della Campania.

Cripta del Duomo (Benevento): siamo a Benevento, il capoluogo più a est della Campania. Ricca di monumenti da scoprire, Benevento offre la possibilità di visitare la sua bella cattedrale, nel cuore del centro storico. Il percorso che si troverà davanti agli occhi il visitatore è molto suggestivo: si va dalla cripta del VIII secolo, alla cripta moderna dove sono sepolti tutti i vescovi deceduti durante il loro vescovado a Benevento. L’interno è arricchito da significativi elementi architettonici risalenti all’età longobarda. L’accesso alla Cattedrale della città è gratuito.

 Cripta di San Matteo (Duomo di Salerno): in questo luogo così magico e sacrale, è possibile visitare le reliquie di San Matteo, patrono della città. Nel maestoso Duomo cittadino, la cripta di ispirazione barocca, accoglie il sepolcro del Santo, proprio sotto l’altare maggiore tra marmi policromi e affreschi del soffitto raffiguranti scene del Vangelo di Matteo. La visita prevede il costo di 1, 00 € ed è possibile sia nei giorni feriali che festivi, rispettivamente dalle ore 9.00 alle ore 19.45 e dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00.

Cripta della Chiesa di San Bartolomeo di Cassano Irpino (Avellino): la Chiesa Madre di San Bartolomeo Apostolo fu costruita nel 1557 e poi completata nel XVIII secolo e si presenta agli occhi dei visitatori con una maestosa torre campanaria e un portale in stile tardo – barocco. La cripta è riccamente decorata con eleganti stucchi del XVIII secolo e conserva il reliquiario del Santo. La visita è gratuita.